Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Emergenza COVID-19: ingresso in Giappone consentito ai cittadini stranieri titolari di Residence Card (tempistiche e requisiti)

Data:

28/08/2020


Emergenza COVID-19: ingresso in Giappone consentito ai cittadini stranieri titolari di Residence Card (tempistiche e requisiti)

Il Governo del Giappone ha annunciato in data odierna, venerdì 28 agosto 2020, quanto segue.

Tutti i cittadini stranieri titolari di una Residence Card in corso di validità che abbiano lasciato il Paese prima del 31 agosto con un permesso di rientro (re-entry permit) potranno fare rientro in Giappone. 

Quali requisiti per rientrare in Giappone sono obbligatoriamente richiesti:

- un certificato di tampone PCR negativo effettuato entro le 72 ore dalla partenza del volo;

- una “Re-entry Confirmation Letter” rilasciata dalle preposte autorità diplomatico-consolari giapponesi all'estero (per l'Italia: Ambasciata del Giappone a Roma o Consolato Generale del Giappone a Milano).

Tutti i cittadini stranieri titolari di Residence Card che intendano lasciare il Paese dopo il 1° settembre ne avranno parimenti diritto. Dovranno a tal fine contattare gli uffici dell’Agenzia per l'Immigrazione prima di poter lasciare il Giappone e acquisire dagli stessi l'autorizzazione al re-ingresso. Al momento del ritorno dovranno inoltre esibire un certificato di negatività al COVID-19 effettuato entro le 72 ore dalla partenza del volo. Gli Uffici dell'Immigrazione giapponese vanno contatti per e-mail ai seguenti indirizzi, come comunicato dal Ministero della Giustizia del Giappone in data 1° settembre 2020:

Si raccomanda di leggere con attenzione la Circolare del Ministero della Giustizia di riferimento (http://www.moj.go.jp/content/001327551.pdf) seguendo in particolare tutte le indicazioni riportate in merito alla corretta compilazione della email di richiesta di autorizzazione al re-ingresso in Giappone.

Per maggiori dettagli si rimanda all'annuncio diramato dal Ministero degli Affari Esteri del Giappone.

NOTA BENE: Al momento dell'arrivo in aeroporto le Autorità giapponesi, oltre a prendere visione del test effettuato all'estero entro le 72 ore dalla partenza del volo, effettueranno sul posto un test salivale. La procedura prevede di attendere in aeroporto il risultato del test (3 ore circa). Quanti risulteranno negativi al COVID-19 potranno lasciare l'aeroporto con propri mezzi (resta infatti vigente il divieto di utilizzare mezzi pubblici) e dovranno osservare l'obbligatoria quarantena (auto-isolamento fiduciario) di 14 giorni presso l'indirizzo di residenza/domicilio che dovrà essere notificato al momento dell'arrivo alle richiedenti Autorità giapponesi. Quanti risulteranno positivi dovranno osservare i protocolli sanitari che verranno indicati dalle competenti Autorità giapponesi (protocolli che possono prevedere sistemazioni temporane ovvero ricoveri, a seconda della gravità della situazione clinica, presso alberghi/strutture sanitarie ad hoc).

 

Avviso pubblicato in data 28 agosto 2020 e aggiornato da ultimo in data 1° settembre 2020.


953