Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Viaggiare durante il COVID-19

 

Viaggiare durante il COVID-19

Viaggiare in Giappone dall'Italia

In risposta alla diffusione della variante Omicron del Covid-19, il governo del Giappone ha deciso di prorogare, fino a data da destinarsi, le seguenti misure di sicurezza per l’ingresso nel Paese:

  • divieto d’ingresso nel Paese per motivi di turismo, da qualsiasi Paese del mondo;
  • ingresso consentito per chi proviene da altri paesi ed è in possesso di un visto valido o è possessore di una Residence Card in corso di validità, ma con l'obbligo di attenersi strettamente a rigide misure di controllo e di quarantena stabilite dalle autorità locali;
  • sospensione della procedura di rilascio di tutti i nuovi visti, compresi quelli per motivi di lavoro o di studio.

In considerazione della diffusione a livello globale di alcune "varianti" del COVID-19, in particolare la variante omicron, le Autorità nipponiche hanno stabilito le seguenti misure per quanti facciano ingresso in Giappone dall’Italia:

  • obbligo di effettuare un test PCR entro le 72 ore dalla partenza, presentando questo modulo richiesto dal MOFA, compilato e firmato.
  • obbligo di isolamento per 10 giorni, così suddivisi: i primi sei (6) giorni presso una struttura designata dalle autorità di quarantena giapponesi, con test al terzo e al sesto giorno; i restanti quattro (4) giorni presso il proprio domicilio, raggiungibile senza l’utilizzo di mezzi pubblici.
  • obbligo di scaricare, all’arrivo in aeroporto, delle APP di tracciamento per il monitoraggio dell’osservanza della quarantena.

Si raccomanda di monitorare costantemente i seguenti siti web:

> Ministero della Salute giapponese (solo in giapponese)

> Ministero degli Esteri giapponese

> Viaggiare Sicuri

 

Viaggiare in Italia dal Giappone

In base alla normativa italiana attualmente in vigore, l’ingresso in Italia dal Giappone è consentito anche per motivi di turismo. Prima della partenza, è tuttavia obbligatorio attenersi al protocollo previsto per i Paesi inseriti nell’elenco D, consultabile a questo link. Si ricorda che il Ministero della Salute italiano ha riconosciuto i certificati giapponesi di vaccinazione e guarigione dal COVID (vedi qui il modello riconosciuto) e quelli che attestano un tampone negativo come equivalenti ai certificati italiani per l’accesso in Italia.

Per poter fare ingresso in Italia dal Giappone senza isolamento fiduciario all'ingresso è necessario:

  • presentare al vettore aereo al momento dell'imbarco una Certificazione verde COVID-19, o certificato equivalente che attesti il completamento del ciclo vaccinale e un test Covid negativo (antigenico o molecolare) effettuato per mezzo tampone entro le 72 ore dall’arrivo in Italia;
  • compilare obbligatoriamente online il “Passenger Locator Form” (PLF) europeo (compilalo qui).

In caso di mancata presentazione di un certificato comprovante il completamento del ciclo vaccinale è comunque possibile entrare in Italia ma è fatto obbligo di sottoporsi a:

  • test molecolare o antigenico condotto con tampone e risultato negativo, nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia;
  • isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria (informando la ASL competente per attivare la sorveglianza) presso l’indirizzo indicato nel "PLF", raggiungibile solo con mezzo privato, per un periodo di cinque (5) giorni;
  • un ulteriore test molecolare o antigenico, condotto con tampone, al termine dei cinque (5) giorni di isolamento.

> Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare la seguente pagina del Ministero degli Esteri italiano: Cittadini italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia.

 

Attenzione!

  • In base alla normativa italiana, i guariti dal Covid-19 completano il proprio ciclo vaccinale con un'unica dose di vaccino, che deve essere somministrata preferibilmente entro i 6 mesi e comunque non oltre 9 mesi dalla guarigione.
  • Tutti i bambini di età inferiore a 6 anni in ingresso in Italia sono sempre esentati da tampone pre-partenza; sopra i 6 anni di età il tampone è obbligatorio.
  • I bambini che viaggiano con genitore esentato dall’isolamento perché in possesso di certificato di vaccinazione sono esentati dall’isolamento fino ai sei anni. Sopra i sei anni sono esentati a seguito di test molecolare o antigenico negativo.

Per maggiori informazioni:

> Domande frequenti sui rientri in Italia dall'estero

> Domande frequenti sugli spostamenti sul territorio nazionale

> Principali riferimenti normativi

 

Coronavirus, informazioni e misure precauzionali

Sul sito web del Ministero della Salute italiano è disponibile una sezione interamente dedicata al “Nuovo Coronavirus”, con approfondimenti utili su tutti i temi connessi al virus e alla patologia ad esso associata (COVID-19). Trovi informazioni specifiche ai seguenti link:

> Nuovo Coronavirus. Che cos’è e come si trasmette

> Come proteggersi dal nuovo coronavirus

> Domande Frequenti relative alla campagna vaccinale


1076