Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

NUOVE MISURE GIAPPONESI RELATIVE ALLE RESTRIZIONI ALL’INGRESSO – Possibilità di richiedere visto per specifiche categorie presso Ambasciata del Giappone. Possibilità – a determinate condizioni e sottoponendo adeguata documentazione - di svolgere attività legate ad un “piano di attività” a partire dal quarto giorno di permanenza in Giappone.

Data:

08/11/2021


NUOVE MISURE GIAPPONESI RELATIVE ALLE RESTRIZIONI ALL’INGRESSO – Possibilità di richiedere visto per specifiche categorie presso Ambasciata del Giappone. Possibilità – a determinate condizioni e sottoponendo adeguata documentazione - di svolgere attività legate ad un “piano di attività” a partire dal quarto giorno di permanenza in Giappone.

Il 5 novembre 2021 il Ministero degli Esteri del Giappone ha comunicato nuove misure relative agli ingressi nel Paese, che entrano in vigore a partire dall’8 novembre 2021.

A partire dall’8 novembre le persone che entrano in Giappone con un visto valido o una residence card valida e sono vaccinate per il COVID 19 secondo le linee guida comunicate dal MOFA lo scorso 17 settembre (i vaccini validi sono al momento Pfizer, Moderna e Astrazeneca e occorre un vaccination certificate giapponese o il green pass italiano che attesti la vaccinazione avvenuta) possono svolgere attività legate al loro “activity plan” a partire dal quarto giorno dall’arrivo in Giappone. Oltre alla vaccinazione, le altre condizioni sono che si sia in possesso di un written pledge dell’azienda/ente invitante e un activity plan alle autorità competenti nipponiche, nonchè aver inoltrato al Ministero della Salute il risultato negativo di un test PCR o Antigenico (CLEIA) effettuato il terzo giorno di permanenza in Giappone.

Inoltre, dal 8 novembre sarà possibile richiedere il visto di ingresso in Giappone (con le tempistiche di rilascio che saranno stabilite dalle autorità giapponesi) per coloro che hanno un periodo di permanenza lungo (long term stay) e per coloro che si recano in Giappone per motivi di affari o lavoro di breve periodo (meno di 3 mesi). Anche in questi casi occorre presentare adeguata documentazione, written pledge e activity plan alle competenti autorità giapponesi.

Per avere maggiori informazioni e dettagli sulle nuove procedure in vigore, si consiglia di rivolgersi all’Ambasciata del Giappone a Roma o al Consolato del Giappone a Milano.


1034