Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Settimana della Cucina Italiana in Giappone: aperitivo all’italiana, prodotti d’eccellenza, iniziative mediatiche e culturali al centro del fitto programma promosso nel 2019 dall’Ambasciata d’Italia a Tokyo

Data:

08/11/2019


Settimana della Cucina Italiana in Giappone: aperitivo all’italiana, prodotti d’eccellenza, iniziative mediatiche e culturali al centro del fitto programma promosso nel 2019 dall’Ambasciata d’Italia a Tokyo

L’Ambasciatore Giorgio Starace ha presentato alla stampa il fitto programma della quarta edizione della Settimana della Cucina Italiana in Giappone. Alla conferenza stampa in Ambasciata dell’8 novembre, cui hanno preso parte oltre 80 rappresentanti dei media, sono intervenuti quali testimonial d’eccezione il celebre attore giapponese Mokomichi Hayami e lo chef di fama internazionale Alessandro Negrini del Ristorante milanese Il Luogo di Aimo e Nadia. Il fondatore dello storico ristorante, Aimo Moroni, è a sua volta apparso con un video-messaggio rivolgendosi con entusiasmo e passione al pubblico giapponese.

A conclusione della conferenza stampa l’Ambasciatore Starace ha ospitato un evento serale alla presenza di 250 tra operatori del settore enogastronomico, influencer, donne e uomini dello spettacolo e giornalisti. Tutti hanno potuto ammirare la cucina degli Chef Alessandro Negrini e Luca Fantin (Ristorante Bvlgari di Tokyo).

La conferenza stampa e l’evento serale di presentazione della Settimana della Cucina 2019 si sono svolti grazie alla collaborazione di Alfa Romeo (brand di FCA Japan) che ha per l’occasione presentato ed esposto le straordinarie opere del progetto COLORTASTE ideato e realizzato dall’artista Alfonso Catalano, ospite d’onore in Ambasciata.

«Professionalità, cura, eccellente materia prima e accoglienza sono stati i fondamenti della mia cucina, quelli che ho cercato di trasmettere a Fabio e Alessandro che oggi portano avanti, con dedizione, la stessa missione di far innamorare attraverso il sapore. Sono princìpi che ho ritrovato anche nei miei viaggi in Giappone, dove cucina fa rima con cultura e rispetto»
AIMO MORONI (Fondatore de Il Luogo di Aimo e Nadia)

«Sono onorato di poter portare il nostro contributo quali testimoni della cucina italiana in Giappone, Paese con cui condividiamo molte similitudini. Per noi al Luogo prenderci cura dei prodotti che i nostri partner e fornitori di fiducia portano nella nostra cucina da tutta la Penisola, prepararli per esaltarne al meglio il gusto e accogliere gli ospiti come fossero parte di una famiglia è un rito che si ripete sempre con lo stesso sorriso e la stessa passione, ogni giorno. Perché cucinare è "amore" come ripete sempre Aimo. Lo stesso rito che ho avuto il piacere di scoprire in questi giorni di permanenza in Giappone, un Paese che sa avvicinarsi al nostro modello di accoglienza, parte essenziale del Vivere all’Italiana»
ALESSANDRO NEGRINI (Chef Patron de Il Luogo di Aimo e Nadia)

***

«In calendario a novembre – su tutto il territorio giapponese – 55 eventi, organizzati in raccordo con gli attori del Sistema Italia (Consolato Generale a Osaka, Agenzia ICE, Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, ENIT, Camera di Commercio Italiana in Giappone e Accademia della Cucina Italiana) e le svariate realtà imprenditoriali che hanno collaborato con l’Ambasciata». Così Giorgio Starace in conferenza stampa.

«Tra le iniziative più significative da noi coordinate desidero citare la distribuzione – online e, grazie a ELLE Japan ed ELLE Gourmet, cartacea – di due Cataloghi dedicati rispettivamente a ristoranti e locali che offriranno al pubblico giapponese, dal 18 al 24 novembre, dei menù speciali dedicati alla dieta mediterranea e all’aperitivo all’italiana. Vi hanno aderito ben 111 ristoranti di cucina italiana, 27 pizzerie tra le più autentiche del Giappone (selezionate con Garage Pizza e Dissapore) e 74 bar». Alla promozione dell’aperitivo all’italiana contribuirà inoltre l’iniziativa “BAR & IT” promossa dell’Agenzia ICE con il coinvolgimento di oltre 150 locali che arricchiranno le serate giapponesi con cocktail e prodotti d’eccellenza italiani.

L’Ambasciatore Starace ha quindi illustrato le numerose attività previste dall’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo diretto dal Prof. Paolo Calvetti.

L’Ambasciata sarà molto attiva sui social media, pubblicando in occasione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo dei brevi video divulgativi sulla prima colazione, la pizza e l’aperitivo all’italiana, predisposti con il contributo dei Media Partner Antonio Fucito (Garage Pizza, Dissapore, Tanzen & Friends) e Sara Waka (Wakapedia).

Il 18 novembre, primo giorno della Settimana della Cucina, sarà inoltre pubblicato il video dedicato al cibo italiano con protagonista Lucius, il personaggio principale del manga Thermae Romae di Mari Yamazaki. L’Ambasciata d’Italia in Giappone ha infatti avviato una innovativa collaborazione culturale con il colosso giapponese dell’editoria, il Gruppo KADOKAWA, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’immagine dell’Italia e l’offerta turistica del nostro Paese attraverso video e immagini ispirati al fumetto (manga) e all’animazione (anime) giapponesi.

Il video sarà peraltro diffuso, nei giorni della Settimana della Cucina e unitamente ai video sul turismo enogastronomico in Italia predisposti appositamente da ENIT, in alcune tra le più importanti linee e stazione metropolitane e ferroviarie di Tokyo (linea Yamanote e Stazione Hibiya) e Osaka (Stazione Umeda) dove transitano centinaia di migliaia di passeggeri.


883